on the edge of some crazy cliff *** (alla deriva) o “gli occhi di un’età di steli di grano”

Standard

*** “And I’m standing on the edge of some crazy cliff. What I have to do, I have to catch everybody if they start to go over the cliff – I mean if they’re running and they don’t look where they’re going I have to come out from somewhere and catch them. That’s all I do all day. I’d just be the catcher in the rye and all. I know it’s crazy, but that’s the only thing I’d really like to be.”
J.D. Salinger – The Catcher in the Rye – Ch. 22
E io sto in piedi sull’orlo di un dirupo pazzesco. E non devo fare altro che prendere al volo tutti quelli che stanno per cadere dal dirupo, voglio dire, se corrono senza guardare dove vanno, io devo saltar fuori da qualche posto e acchiapparli. Non dovrei fare altro tutto il giorno. Sarei soltanto l’acchiappatore nella segale e via dicendo. So che è una pazzia, ma è l’unica cosa che mi piacerebbe veramente fare.
J.D: Salinger – Il giovane Holden – cap.22

gli occhi di un’età di steli di grano
respirano il ciglio della collina

un pescatore raduna le reti
prive di stelle e conchiglie
– ma eravamo bambini –
e il cielo sarà nuvoloso e la pioggia
sgocciola fame scivolando nella bocca
del cercatore di perle

germogli nel deserto della carne
ad applaudire un cameriere
all’ombra di un alfabeto bagnato
dentro coppe di pane del tempo

la verità è imbrigliata
nel tetto del sogno
nuda così, come sonno d’amante.

*** questa immagine è un frattale elaborato in trasparenza con Corel


Annunci

»

  1. la verità imbrigliata – catturata – nelle reti ci irretisce… pittura multistrato, la tua, su più livelli. Nella poesia sono contenuti quadri non dipinti – o non ancora – ma detti. Surrealtà.
    Baci

  2. che meraviglia Chicca, questa rete acchiappasogni che impiglia una luna e i colori e i tuoi versi mi fanno tornare in mente che è proprio lì il segreto della vita, portare dentro sempre noi stessi bambini, quella purezza e l’incanto…

  3. m pareva di essere già passata… ho fatto un po’ di confusione col mio alter ego…
    aggiungo che la spazialità del segno è la stessa che anima la tua poesia. l’intelligenza che fa piegare a modo proprio ciò che arriva alla mente.
    ciao
    cri

  4. Ciao, pensa che non ho mai letto “il giovane Holden”, vorrei leggerlo, stupenda immagine l’elaborazione di un frattale, mi piace molto il frattale la tecnica del psp………..ciao!!!

  5. mi colpisce il contrasto tra i piccoli gesti e la natura che descrivi nella poesia e ciò che, con la stessa semplicità, riesci a rappresentare attraverso la tecnologia. l’incontro/scontro di due ere che si incrociano esattamente nella generazione delle persone della nostra età e i suoi dintorni.
    mi ha coinvolto particolarmente

    un abbraccio a te,
    daniela

se vuoi commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...