è bianco il colore della cucina

Standard

 

lascia entrare
quel filo di luce nel buio,
verità che fanno male
agli occhi dei bambini
a immaginare canzonette
sulle scale di casa
tra il gracidare delle rane
e i bagagli già fatti

con dentro quel profumo di casa
che i bambini tengono nel naso per sempre

è bianco il colore della cucina
che riempie le borse della spesa
appoggiate a terra mentre
scambiamo le novità della settimana

un impossibile sorriso
nato dal niente scivola
teneramente nelle mie tasche vuote

Annunci

»

  1. L’acquarello, stupenda tecnica che mi ha fatto innamorare sin da piccolo e mi lascia sempre senza fiato specialmente se di contorno a questi versi. scrivere brava, sarebbe riduttivo atteso che questa è manifestazione artistica allo stato puro.

  2. quel bianco che crea un’atmosfera ovattata, un tepore chiaro, che si può sentire forte e fa emergere tutto ciò che c’è nella cucina, quel luogo che è focolare, colore, profumo essenziale, comunicazione, intimità, complicità…

  3. Il mistero più profondo che, ancora una volta, si nasconde dietro la contemporaneità. Sei una maestra nel mostrarlo nel suo occultamento. Mi piace infinitamente il tuo ” pigiare ” il Tempo nell’istante.
    Buongiorno

    Roberto

  4. con dentro quel profumo di casa
    che i bambini tengono nel naso per sempre

    è bianco il colore della cucina
    che riempie le borse della spesa
    appoggiate a terra mentre
    scambiamo le novità della settimana

    che meraviglia di inciso, chicca, con quegli odori che si tengono nel naso per sempre.

    sai come mi piace raccontarti qualche piccolo aneddoto del mio passato, anche perché penso che evocare con dei versi i ricordi propri di chi legge, sia d’immensa soddisfazione per l’autore.

    “con dentro quel profumo di casa
    che i bambini tengono nel naso per sempre”
    (proprio su questi versi, il mio racconto)

    Da piccola andavo sempre in una grande casa, con grande giardino ombroso, di proprietà della nonna di un’amichetta. Il ricordo è bellissimo, prettamente estivo. La mamma della bambina dipingeva ceramiche all’aperto e noi amichette ci fermavano incantate ad osservarla. Mi colpiva la velocità di esecuzione, ma soprattutto il non poter mai vedere il colore dell’oro. Esso risultava nero durante l’applicazione e la signora spiegava che solo dopo la cottura sarebbe diventato giallo luccicante.

    Questo ricordo molto bello è legato al profumo particolare che vi era all’interno di quella casa. Si accedeva da un’entrata secondaria direttamente in cucina, dove la nonna della amichetta ci chiamava per la merenda.
    Nel pomeriggio gli odori della cucina erano probabilmente svaniti e restava evidentemente il profumo di qualcosa che veniva usato forse per il bucato delle tovaglie, non saprei. Quel profumo lo ricordai per sempre, associandolo ai momenti e ai luoghi più belli della mia infanzia. Finché pochi anni fa mi fu regalato un flaconcino di olio essenziale alla lavanda, che usavo per mia madre. Così fu da lei, dalle sue cose, che sentii sprigionarsi quel profumo antico e finalmente a dargli un nome. Si tratta della lavandula angustifolia particolarmente adatta a formare siepi basse o bordure di viali. Forse la nonna teneva qualche vaso anche in casa. Il profumo non è immediatamente riconducibile alla lavanda classica, se no lo avrei identificato prima. Si tratta di un aroma con sfumature diverse, per le sue note più morbide e dolci.

    (ahahahha, ma quanto ho scritto) LOL 😀

    l’acquerello è una meraviglia nella sua trasparenza e leggerezza, nel catturare la luce dall’ambiente per adagiarla sulle cose, rendendo il tutto immediato ed esente da qualunque tipo di forzatura

    complimenti cara :*

    • Daniela è splendido questo tuo racconto, ti invito a scriverne tante di storie così, sono proprio il profumo della ricordanza a me così caro, credo che i ricordi siano uno strumento straordinario non per guardare al passato , ma per vivere il futuro, se terrò dentro il profumo di casa non sarò mai sola e potrò scavalcare le montagne!
      grazie Daniela, grazie
      chicca

  5. ha scritto cose tutte da condividere, Daniela.
    mi associo, e dico che alla tua arte, nella sua originalità e purezza (questa dell’acquerello tecnica assai difficile, ma quanto bella!) che si staglia leggera nei versi e nel segno.

    cb

  6. Bellissimo l’acquerello, di grande semplicità di colori e scioltezza di mano. In quanto ai versi, sono anch’essi bianchi e sanno di una piccola vita preziosa.Qui le cose di tutti i giorni assurgono ad una nitidezza di sentire che tocca l’innocenza.

  7. il bianco. Ecco. Arriva. Nel bianco ogni colore ed ogni abbaglio ed ogni compimento ed ogni ricordo ed ogni presagio… tutto cancella, manto come neve. Tutto ospita e protegge. Qui, nel tuo blog, improvviso….

  8. è bellissima la tua cucina
    vorrei una piastrella con un tuo dipinto sulla mia

    è teneramente straordinaria

    tasche vuote
    speso tutto per la spesa eh.-(
    ma i sorrisi sono gratis:-)))
    e li teniamo al cuore
    ciao chicca

  9. certi ricordi lontani sono circondati dal bianco, che non sempre è un colore, ma forse quel non so che di indefinito, di sbiadito che permette però a qualche particolare di spiccare su tutti, un viso, ma più spesso un odore.
    molto bello il tuo acquerello!

  10. mi piace tanto l’acquerello e per quel che riguarda il naso, il mio conserva tutti i profumi per questo non riesco a diventare grande.
    Con le tasche piene di sorriso puoi comprare tutto quello che vuoi, anzi la spesa è gratis.
    Abbiamo bisogno di gente che sorride, di mele rosse e verdi sul tavolo della cucina.

se vuoi commenta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...